Torta Vegan ai Frutti di Bosco

Mai pensato di realizzare una Torta Vegan ai Frutti di Bosco? Abbiamo tradotto e provato una ricetta tratta dal blog Vegan Coach molto golosa e semplice per cimentarvi con dolci e torte vegan. Si tratta di una variante della classica “Cherry Torte”.

Torta Vegan ai Frutti di Bosco

Torta Vegan ai Frutti di Bosco

Ingredient per la base:

  • 1 tazza di margarina vegan fusa
  • 1 tazza e mezzo di farina bianca
  • mezza tazza di farina integrale
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna

Ingredienti per la farcitura:

  • 2 confezioni di panna di soia da montare
  • 1 confezione di formaggio spalmabile vegan
  • 1 tazza di zucchero a velo organico o fatto in casa
  • 1 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • 1 tazza di frutti di bosco a piacere

Preparazione:

Per la base di questa Torta Vegan ai Frutti di Bosco, unire tutti gli ingredienti in una scodella e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. Formare una palla e stenderla dolcemente fino a formare un cerchio che entri nella teglia tonda che avete a disposizione. Infornare la teglia a 180 gradi per 20 minuti. Una volta cotta, lasciarla raffreddare.

Per la farcitura frullate con l’aiuto di un mixer la vaniglia, lo zucchero a velo e il formaggio vegan spalmabile. Montate la panna di soia e unitela al composto vaniglia/zucchero/formaggio.

Con l’aiuto di una saccapoche o di un spatola stendete la farcitura sulla base ormai raffredata. Aggiungete i frutti di bosco e lasciate raffreddare ancora in frigo per una intera notte o per almeno 8 ore.

Ora non resta che assaggiare la nostra Torta Vegan ai Frutti di Bosco, tagliate in spicchi, o in quadrati se avete usato una teglia quadrata/rettangolare e servite su un piattino.

fonte: vegancoach
traduzione ed adattamento ingredienti: ricettevegan

Seitan con Porcini, Riso allo Zafferano e Insalata

Oggi proviamo questo piatto “unico”, nel senso che da solo è come un’intero pasto!
Ironia a parte, ci è piaciuto molto!

Seitan con Porcini, Riso allo Zafferano e Insalata

Seitan con Porcini, Riso allo Zafferano e Insalata

Lo abbiamo trovato su un blog di ricette molto raffinato e accattivante, anche se non propone ricette esclusivamente vegan, possiamo sfogliare diverse varianti di piatti ricercati e gustosi. Stiamo parlando de “La Cuisine de Fabien” e la ricetta di seguito proposta è stata modificata di pochissimo negli ingredienti e nella preparazione per renderla vegana.

Seitan con Porcini, Riso allo Zafferano e Insalata
 

Author: La Cusine De Fabien
Serves: 2
Ingredients
  • 3 pugni di Riso
  • 250gr di Seitan + 2 cucchiai del suo brodo di cottura
  • 4-5 Funghi Porcini
  • 4-5 Funghi Champignon
  • 1 bustina di Zafferano Giallo in polvere
  • 1 noce di Margarina
  • 1 manciata di Insalata Gentile
  • olio, sale, pepe e prezzemolo tritato
Instructions
  1. Pulite bene i funghi e tagliateli a pezzettoni quindi saltateli in padella, coperti, con olio extravergine per circa 15 minuti.
  2. Tagliate a cubetti anche il seitan e aggiungetelo ai funghi insieme al suo brodo di cottura e a mezzo bicchiere scarso di acqua calda e lasciate andare a fuoco medio per altri 10 minuti.
  3. Regolate di sale e pepe e terminate la cottura togliendo il coperchio. Da ultimo aggiungete il prezzemolo tritato.
  4. Lessate il riso in acqua salata, poi scolatelo e tenetelo un attimo da parte.
  5. Fate fondere in un tegame una noce di margarina e stemperatevi lo zafferano, quindi unite il riso e saltatelo un minutino in modo da fargli prendere un bel colore giallo uniforme.
  6. Lavate bene l’insalata e riducetela in piccole parti con le mani o con un coltello in ceramica ma non con il coltello di acciaio perché la lama tende ad ossidare i punti in cui si taglia e quindi ad annerire il bel verde dell’insalata.

Componete il piatto e dateci dentro!

fonte: lacuisinedefabien

Gnocchetti di Semolino in Salsa di “Formaggio”

Ingredienti:

  • semolino
  • latte di soia non zuccherato
  • margarina
  • sale e pepe
  • mandorle spellate
  • olio extravergine di oliva
  • dado vegetale
  • succo di limone

Per gli gnocchi: Mettete un po’ di acqua in un pentolino e versate il semolino a filo. Girate ed eventualmente continuate ad aggiungere acqua e/o semolino, fino a dare al composto una consistenza piuttosto densa, più compatto della polenta. Raggiunta la consistenza giusta lasciate raffreddare e poi versate il composto in un piatto e mettetelo in frigo per un’oretta.

Per la salsa: versate un dito di latte di soia non zuccherato in una padella e fate andare a fuoco lento. Quando il latte è caldo aggiungete poche gocce di limone. Dovrete ottenere una consistenza simile a quella del fior di latte. Aggiungete mezzo dado vegetale sbriciolato, una noce di margarina, sale e pepe e un filo d’olio di oliva. Fate raddensare ancora la salsa e poi spegnete il fuoco.

Per il “grana” vegan: ho frullato molto finemente delle mandorle bianche spellate con un po’ di sale.

Dopo aver tirato fuori il semolino dal frigo lavoratelo con le mani fino a dargli una consistenza simile a quella di un salsicciotto di 2 cm di diametro. Tagliate gli gnocchetti con il coltello.

Ungete una teglia con un po’ di margarina e disponete gli gnocchetti senza sovrapporli. Spargete sopra gli gnocchi dei fiocchi di margarina e la salsa di “formaggio”. Date una spolverata di “grana vegan” e infornate per 15 minuti a 150 gradi. Prima di sfornare gratinate per qualche secondo in modo che sugli gnocchi si formi una crosticina dorata. Date una spolverata di pepe e servite.

fonte:http://www.consapevolmente.org/